“Morirete depilate” – Libero Quotidiano



“Moritete con la messa in piega e depilate”. La sindaca di Rossano Veneto Morena Martini “va fuori di testa” per le signore che infrangono l’ordine di quarantena per “fuggire” dall’estetista e dal parrucchiere. Ma è solo uno dei violenti sfoghi social dei primi cittadini italiani per tenere alta la guardia sul rischio di contagio da coronavirus. Li ha raccolti Massimo Giletti a Non è l’Arena, in un servizio di 2 minuti ad alta intensità. 

Gianfilippo Bancheri, primo cittadino di Caltanissetta, se la prende con i siciliani che la domenica passano l’isolamento in campagna a fare barbecue: “Ma stiamo scherzando?”. E il collega Antonio Tutolo di Lucera (Foggia) urla con la mascherina sul mento: “Ste caz*** di parruchiere che vanno in casa ad aggiustare i capelli alle femmine, a che caz*** servono?”. E Massimiliano Presciutti, sindaco di Gualdo Tadino, lancia un messaggio istituzionale: “Ma dove caz*** andate? Dovete stare a casa!”.

Sii il primo a commentare su " “Morirete depilate” – Libero Quotidiano "

lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


*