la pista che portava a Milano – Libero Quotidiano



Nella scomparsa di Maddie McCann, la pista del pedofilo tedesco porta fino all’Italia. Il 28 settembre di 2 anni fa il tedesco Stefan Bruckner, 43 anni, era stato arrestato dai carabinieri fuori dal consolato tedesco di via Solferino, a Milano, dove aveva denunciato lo smarrimento del passaporto. Come ricorda il Corriere della Sera, sulla sua testa c’era “un mandato di arresto europeo emesso solo 9 giorni prima dall’Autorità giudiziaria di Flensburg in Germania”. L’uomo doveva scontare una condanna a 6 anni e 10 mesi per traffico di sostanze stupefacenti.

 

 

 

 

Accusa, tutto sommato, che impallidisce di fronte a quella mostruosa di essere un pedofilo. Sul suo conto, ora, la giustizia britannica indaga col sospetto che sia stato coinvolto nella scomparsa della bimba di 3 anni svanita nel nulla una sera di maggio del 2007 mentre era in vacanza con i genitori in Portogallo. “Per le forze di polizia italiane, quindi, Brückner era un ‘semplice’ trafficante di droga – conclude il Corsera -. Nessuno sapeva delle sue segnalazioni per reati sessuali né delle indagini già in corso sul terribile sospetto”.