la fondatrice del “manifesto” aveva 96 anni, addio alla “comunista critica” – Libero Quotidiano



Morta nella notte Rossana Rossanda. Giornalista, intellettuale e scrittrice, fondò il manifesto, il quotidiano comunista. La Rossanda ci lascia a 96 anni, si è spenta nella sua casa di Roma. La notizia è stata data dal sito del manifesto, che ha anche annunciato un’edizione speciale del giornale, in edicola martedì, interamente dedicata alla giornalista. Nata nel 1924, fu dirigente del Pci negli anni cinquanta e sessanta, dove era esponente di spicco dell’ala di sinistra movimentista, vicina alla figura di Pietro Ingrao. Atea e da sempre critica nei confronti dell’Unione sovietica, venne radiata dal Pci nel Congresso nazionale di Bologna del 1969 proprio per la sua linea divergente rispetto al Comitato centrale circa l’occupazione della Cecoslovacchia da parte dei paesi del patto di Varsavia. Lasciò il manifesto definitivamente nel 2012 a causa di pesanti dissidi con il gruppo redazionale, prendendo “atto delle indisponibilità al dialogo”.