“Nascondevano le schede proprio lì”, intervengono i carabinieri – Libero Quotidiano



È stato necessario l’intervento dei carabinieri in una sezione elettorale a Procida, in provincia di Napoli, dove sono state segnalate delle presunte irregolarità che hanno comportato la chiusura del seggio per diverse ore. Oltre al referendum sul taglio dei parlamentari ed all’elezione del governatore della Campania, sull’isola si vota anche per il nuovo sindaco: ed è proprio per questa consultazione che sono state trovate delle schede occultate in un cassetto. La presidente del seggio si è dimessa subito per “garantire la serenità delle operazioni di voto”, ma ha anche dichiarato di essere totalmente estranea a quanto accaduto. Pare che le schede nascoste fossero a favore della lista “Procida per tutti”, che sostiene Luigi Muro nella sfida al sindaco uscente Dino Ambrosino. “Infamità e bugie”, ha dichiarato il candidato, secondo cui la denuncia di presunte irregolarità sarebbe partita da una sostenitrice della fazione opposta. Insomma, il clima è infuocato a Procida, dove però l’intervento delle forze dell’ordine ha garantito che tutto venisse svolto correttamente, sventando qualsiasi presunto tentativo di broglio.